Come riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria?

Se ti stai chiedendo come riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria, sappi che si tratta di un gioco da ragazzi!

Come riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria

Cuocere un bel piatto di pasta? Un’esperienza unica, soprattutto per noi italiani, che amiamo fare le cose per bene e soprattutto in abbondanza. Proprio per questo motivo, alle volte ci ritroviamo con un bel po’ di avanzi, che possono essere “rispolverati” quando non sappiamo cosa cucinare, o quando abbiamo poco tempo a disposizione. La pasta, anche da questo punto di vista, è un must assoluto.

In questi casi, inoltre, la nostra fedele friggitrice ad aria può diventare un alleato davvero perfetto. Questo fantastico elettrodomestico non solo ci consente di preparare piatti più sani e con meno olio, ma ci offre anche la possibilità di riscaldare gli avanzi in modo veloce ed efficace, preservando il loro sapore e la loro consistenza. Come riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria, dunque? Leggi la mia guida!

Come riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria?

Per riscaldare la pasta nella friggitrice ad aria, c’è un procedimento piuttosto semplice da seguire. Prima di tutto, è importante sottolineare che non serve attivare la funzione di preriscaldamento, e questo è già un indizio sulla velocità e la semplicità di questa operazione.

Per quel che riguarda il timer e le temperature, il mio consiglio è di impostare un calore intorno ai 150 o 160 gradi, e un tempo di riscaldamento pari a 4 o 5 minuti circa. Come puoi vedere, si tratta di un’operazione rapidissima, con tempi d’attesa inferiori al riscaldamento del pane in friggitrice ad aria!

Nota: il tempo necessario potrebbe aumentare in base alle dimensioni del cestello e alla quantità di pasta da riscaldare.

Naturalmente non basta impostare il timer e le temperature, perché c’è una certa preparazione che deve essere eseguita correttamente. Per prima cosa, ti consiglio di evitare di usare la carta forno nella friggitrice ad aria, o peggio ancora i fogli di alluminio, visto che hanno la pessima abitudine di impedire al calore di propagarsi nella maniera corretta all’interno del cestello.

Allora, come puoi posizionare la pasta dentro il cestello? Puoi usare una teglia per friggitrice ad aria, come quelle realizzate in silicone, in metallo, in ceramica o in vetro pyrex. A proposito, devi sapere che il vetro non è sempre compatibile con le elevate temperature di questo elettrodomestico, perché dovrà essere temperato: un tema che ho già affrontato nella mia guida su come sterilizzare i vasetti con le friggitrici ad aria!

Assicurati inoltre di non sovraffollare il cestello, perché questo errore potrebbe impedire una distribuzione uniforme del calore. Inoltre, se la pasta è molto condita, potrebbe essere utile aggiungere un po’ d’acqua per evitare che si asciughi troppo durante la fase di riscaldamento. Poi, almeno le prime volte, conviene sempre tenere d’occhio la pasta mentre si riscalda, per evitare che possa “incastagnarsi” troppo.

Curiosità: ti stai chiedendo se si può bollire la pasta nella friggitrice ad aria? La risposta, purtroppo, è negativa!

Durante la cottura, una volta passati un paio di minuti, ti conviene aprire il cestello per dare una mescolata veloce alla pasta, così da permetterle di riscaldarsi uniformemente. Dopo circa 4-5 minuti, la pasta dovrebbe essere perfettamente riscaldata. Usando un guanto da forno o una presina, rimuovi il cestello dalla friggitrice ad aria e versa la pasta in un piatto. Assicurati di fare attenzione quando maneggi il cestello, perché sarà davvero caldo.

Nota: ho scritto anche una guida dove ti spiego come riscaldare le lasagne in friggitrice ad aria, e un articolo sulla frittata di spaghetti in friggitrice ad aria!

Altri consigli per scaldare la pasta nella friggitrice ad aria

Naturalmente nessuno ti impedisce di regalare una nuova vita alla tua pasta, quando la riscaldi con la friggitrice ad aria. Significa che puoi arricchirla anche con altri ingredienti, per ottenere un risultato ancor più saporito e stuzzicante. Qualche esempio concreto? La scamorza affumicata o la mozzarella, se ti piacciono i formaggi, così da ottenere una pasta bella filante e aggiungere anche quel pizzico di umidità che servirà per mantenerla morbida durante il riscaldamento con la friggitrice ad aria.

Poi è chiaro che le ricette per “riciclare” gli avanzi di pasta sono una marea. Ti basti pensare alla frittata di spaghetti o alla pasta pasticciata (che qui in Sicilia chiamiamo “pasta incastagnata”), aggiungendo prelibatezze come il salame a pezzetti, la scamorza, la mortadella, le uova, il pangrattato e il parmigiano reggiano!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento