Pastella per friggitrice ad aria: come si prepara?

Come si fa la pastella per friggitrice ad aria? Si può usare o rischiamo di combinare un vero e proprio macello? Leggi il mio articolo!

La pastella è un ingrediente fondamentale in moltissime preparazioni, come nel caso dei classici fiori di zucca, delle alici fritte, delle melanzane, delle zucchine e ovviamente del pesce. Ma possiamo usarla per la nostra friggitrice ad aria?

Si tratta di una bella domanda. La risposta secca è sì, a patto di seguire un determinato procedimento, perché questa preparazione non è esattamente adatta per le tecnologie delle air fryer. La pastella, se eccessivamente liquida, potrebbe schizzare ovunque a causa del flusso d’aria calda creato dalla ventola.

Con un pizzico di accortezze, però, è possibile usare la pastella nella friggitrice ad aria. Vediamo dunque come prepararla!

Pastella per friggitrice ad aria: come prepararla?

Per prima cosa, devi sapere che si tratta di una vera e propria sfida. La pastella, infatti, in teoria rientra nella lista degli alimenti che non puoi cucinare nella friggitrice ad aria, ma – come ti dicevo – ci sono dei modi per riuscirci.

Il trucco per ottenere una pastella perfetta per la frittura ad aria è fare una preparazione che non sia troppo liquida. In questo modo, la pastella avrà tutto il tempo per indurirsi grazie al forte calore emesso dalla friggitrice, ma senza per questo svolazzare ai quattro venti, sporcando l’apparecchio e correndo il rischio di romperlo. Ecco gli step che devi seguire:

  • Asciuga con cura l’alimento da pastellare
  • Per farlo, tamponalo con la carta da cucina assorbente (come lo Scottex)
  • Cospargi la pietanza con un po’ di pangrattato o di farina
  • Se lo desideri, puoi aromatizzarlo usando spezie ed erbette varie
  • Alla fine, elimina la panatura in eccesso, scuotendo l’alimento

Nota: la pastella senza uova e senza acqua, dunque con sola farina o con il pane grattato, è la scelta migliore se vuoi una soluzione semplice, rapida e “pronto-uso” per la friggitrice ad aria. Questo tipo di preparazione, difatti, non crea alcun problema relativo al flusso d’aria.

La sfida alza il suo livello di difficoltà se hai intenzione di preparare una pastella più liquida, usando la classica ricetta a base di acqua, farina e uova. In tal caso, come sicuramente saprai, il rischio è quello di realizzare un composto troppo morbido e liquido, inutilizzabile per la frittura ad aria, per via del già citato problema della ventola e della circolazione dell’aria.

La soluzione, in questo caso, è abbastanza ovvia: la pastella che farai non dovrà essere troppo liquida, quindi dovrà venire meno morbida del solito e più densa. Per ottenere una pastella più corposa, puoi sostituire l’acqua con la birra o con il latte.

  • Pastella alla birra: ottima per il pesce, la carne, i broccoli, i peperoni, i cavolfiori e altre verdure. Si può arricchire ulteriormente aggiungendo giusto un goccio di cognac, di brandy o di vodka.
  • Pastella al latte: la pastella al latte è una soluzione eccellente per la carne, soprattutto se parliamo dei nuggets di pollo (che in friggitrice ad aria vengono una meraviglia), degli spiedini, degli anelli di cipolle e del fritto misto.

Nota: la pastella senza uova (ma liquida) è sconsigliata per la friggitrice ad aria, dato che l’uovo aggiunge densità alla preparazione, rendendola più adatta per questo genere di cottura.

Una volta che avrai preparato la tua pastella, ti consiglio di farla riposare in frigo per 60 minuti circa, così da addensarla ancor di più. Dopo un’ora di riposo nel frigorifero, potrai immergere a bagnomaria l’alimento nel contenitore con la pastella, e ancora una volta dovrai eliminare quella in eccesso.

Nota: a proposito di pastella, potrebbe interessarti la mia ricetta della farinata di ceci in friggitrice ad aria!

Come cuocere i cibi in pastella con la friggitrice ad aria?

Ovviamente i tempi di cottura con la friggitrice ad aria possono variare da alimento ad alimento, e da modello a modello, dato che dipendono anche dalla potenza della macchina. L’unico modo è procedere per tentativi, così da trovare il timer e le temperature ideali per il tuo caso.

Prima di avviare la cottura di un cibo in pastella, però, devi ricordarti che quest’ultima potrebbe sporcare in giro. Per evitarlo, puoi sistemare l’alimento pastellato su un apposito foglio di carta forno per friggitrice ad aria, come quelli bucherellati.

Nota: in alternativa ci sono anche le teglie per friggitrice ad aria in silicone, facilissime da pulire e riutilizzabili tutte le volte che vuoi, oppure i classici contenitori in terracotta. La carta forno, ad ogni modo, rimane la mia soluzione preferita.

Non siamo ancora arrivati al punto della cottura perché, prima di farlo, dovrai prendere il contenitore con gli alimenti pastellati e metterlo in freezer per 120 minuti circa. Ancora una volta, si tratta di un’accortezza utile per far rassodare la pastella, evitando che possa staccarsi dal cibo a causa della circolazione dell’aria.

Dopo questo step, potrai finalmente mettere l’alimento (con il contenitore o la carna forno) dentro il cestello della friggitrice, e avviare la cottura. In linee generali le temperature dovrebbero oscillare intorno ai 180 gradi celsius, mentre per il timer conviene orientarsi sui 10 minuti.

Nota: ti ricordo che i test sono importanti. Lo sono sia per stabilire il timer e le temperature più adatte, sia per calibrare la quantità di pastella che userai per i tuoi fritti. Poi, come sempre, potrai darci dentro con la fantasia e creare mille variazioni diverse dei tuoi alimenti in pastella nella friggitrice ad aria!

Pastella nella friggitrice ad aria: conclusioni

La voglia di godersi un fritto super croccante, grazie alla pastella, spesso ci spinge a pensare che con le friggitrici ad aria si possa fare di tutto e di più. Non è così: la preparazione richiede infatti calma, sangue freddo e i consigli visti oggi, che ti aiuteranno ad addensare la pastella, rendendola più corposa ed evitando le problematiche causate ai liquidi dalla ventola!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento