Preriscaldare la friggitrice ad aria: quando, perché e come farlo?

Occorre preriscaldare la friggitrice ad aria? Quando farlo? Come farlo se non c’è un programma apposito? Scopri di più!

Il preriscaldamento della friggitrice ad aria può diventare un prezioso alleato per avere in cambio alimenti più croccanti del solito, dorati e cotti in maniera più uniforme. D’altronde, non scopriamo nulla di nuovo: siamo già abituati a questa tecnica “anticipatoria”, dato che la troviamo quasi sempre nelle cotture al forno.

Il discorso, però, è che non è sempre necessario preriscaldare la nostra air fryer, alle volte perché la potenza del motore è talmente ampia da riscaldare velocemente la camera di cottura. In primis, dunque, molto dipende dal wattaggio e dal singolo modello. Inoltre, come ti ho anticipato, non tutte le friggitrici ad aria hanno il simbolo del preriscaldamento, e dunque la funzione apposita.

Vediamo di fare un po’ di chiarezza in proposito, scoprendo tutto ciò che dovresti sapere sul preriscaldamento di questi elettrodomestici!

Preriscaldamento della friggitrice ad aria: come funziona?

Il preriscaldamento è una funzione della friggitrice ad aria che permette di raggiungere una certa temperatura prima di aggiungere il cibo dentro al cestello.

Si tratta quindi di un processo che consiste nel far riscaldare l’apparecchio per alcuni minuti prima di iniziare a cucinare gli alimenti. Questo passaggio è simile al preriscaldamento del forno tradizionale, e serve a garantire che la temperatura all’interno della friggitrice sia uniforme e stabile, prima di inserire gli alimenti.

Come ti accennavo poco sopra, alcuni apparecchi hanno fra i simboli della friggitrice ad aria anche l’icona apposita per avviare la funzione di preriscaldamento. Altri invece sono privi di questo programma automatico, ma ti consentono comunque di preriscaldare la friggitrice, agendo manualmente (ma questo lo vedremo più avanti).

Infine, esistono anche dei modelli con dei programmi che prevedono già un preriscaldamento iniziale. Di norma, queste informazioni sono contenute nel libretto di istruzioni: ti basta dargli una lettura per capire quali sono (e se sono presenti) le funzioni che includono il preriscaldamento.

Perché preriscaldare la friggitrice ad aria?

In linee generali, il preriscaldamento consente di friggere cibi più croccanti del solito, massimizzando la loro cottura e ottenendo dunque una doratura superiore!

Come anticipato, la funzione di preriscaldamento serve per dare una marcia in più alla tua frittura con poco olio, ed è facile capirne il motivo. La camera di cottura sarà già calda quando inserirai il cibo, dunque i tempi di cottura si accorceranno, e il calore intenso provvederà alla formazione di una crosticina esterna più dorata e croccante.

In sintesi, l’aria già calda consentirà agli alimenti di iniziare a cuocersi non appena verranno inseriti dentro al cestello. Questa procedura permette anche di eliminare velocemente l’umidità che si trova sopra la superficie dei cibi, in modo tale da innescare il processo che permetterà all’alimento di diventare croccante fuori, mantenendo però la sua morbidezza all’interno.

Nota: sebbene il risultato finale sia comunque diverso da quello che otterresti con le friggitrici ad olio, otterrai comunque una spinta superiore in termini di croccantezza!

Ovviamente, come ti dicevo, non è sempre necessario preriscaldare la friggitrice ad aria. Non a caso, esistono dei modelli di ultima generazione senza questa funzione specifica. In certi casi, però, il preriscaldamento diventa più che utile: ad esempio quando si parla di cibi più spessi del normale, che hanno bisogno di una cottura più rapida.

Nota: il preriscaldamento è ad esempio necessario per fare gli arancini siciliani con la friggitrice ad aria!

Quando preriscaldare la friggitrice ad aria?

Innanzitutto, quando lo sostiene il manuale di istruzioni. Se il produttore suggerisce di usare il preriscaldamento per una determinata tipologia di ricette, occorre fidarsi e seguire le sue indicazioni. Il motivo? Otterrai una frittura sicuramente migliore!

Allo stesso modo, se trovi su Internet una ricetta che ti consiglia di preriscaldare prima la tua air fryer, non c’è motivo di non credergli, se la fonte è affidabile (come Fatto in casa da Benedetta, ad esempio). Ad esempio, come ti dicevo, per i tagli di carne più spessi di solito conviene farlo, e lo stesso discorso vale per la preparazione dei dolci e dei prodotti da forno lievitati.

Nota: a proposito di carne. Le bistecche di maiale in friggitrice ad aria, ad esempio, hanno bisogno del preriscaldamento iniziale. Lo stesso discorso ovviamente può essere applicato anche ad altre ricette, come quella dei fagioli in friggitrice ad aria.

Ovviamente, come detto più volte in questa guida, occorre preriscaldare la friggitrice ad aria quando desideri ottenere un risultato più croccante. Ti faccio un esempio concreto: se le patatine fritte surgelate vengono troppo molli con il programma automatico, una “bottarella di calore” prima di avviarlo non potrà che aiutare lo sviluppo della superficie croccante esterna!

Nota: lo sapevi che il preriscaldamento è importante anche per recuperare il pane vecchio e duro con la friggitrice ad aria?

Preriscaldamento air fryer: quando è meglio evitarlo?

Il preriscaldamento non serve ad ogni costo, sennò ogni modello sul mercato avrebbe questa funzione specifica tra i programmi automatici, e invece non è così. Ci sono dunque delle evenienze che non richiedono questo passaggio. Quali sono?

  • Non preriscaldare se il manuale non ti dice di farlo.
  • Non preriscaldare se non è previsto dalla ricetta.
  • Non preriscaldare per la cottura degli avanzi.

Un discorso a parte va fatto in merito al wattaggio. Come ti ho spiegato nella mia guida su quanta potenza dovrebbe avere una friggitrice ad aria, se il numero di watt è alto l’apparecchio tende a riscaldarsi molto più rapidamente. Questo spiega perché le friggitrici ad aria con wattaggio elevato spesso non hanno il programma per preriscaldare!

Come preriscaldare la friggitrice ad aria?

Se è presente il programma di preriscaldamento sul display, ti basta usare quello. Se non è presente, come può capitare ad esempio con alcune friggitrici ad aria della Ardes, dovrai fare tutto a mano, ma ti assicuro che si tratta di una procedura semplicissima!

  1. Accendi la friggitrice ad aria e impostala alla temperatura desiderata.
  2. Imposta il timer tra i 2 e i 5 minuti, a seconda della potenza del motore.
  3. Inserisci il cestello senza il cibo, per avviare la cottura a vuoto.
  4. Aspetta il segnale acustico di spegnimento della friggitrice ad aria.
  5. Apri il cestello e inserisci gli alimenti da cuocere.
  6. Imposta timer e temperature in base alla ricetta, o usa i programmi automatici.

Come puoi vedere, la procedura del preriscaldamento non è solo facile, ma anche veloce!

Quanto tempo per preriscaldare la friggitrice ad aria?

Il timer da impostare per preriscaldare le friggitrici ad aria si aggira intorno ai 2-3 minuti, nella maggior parte dei casi, soprattutto quando l’air fryer ha una capienza in litri piccola (come quelle da 2 litri). In altri casi, il timer può arrivare fino a 5 minuti, come avviene ad esempio con i modelli con una capacità in litri media e con un wattaggio non altissimo!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento