Quanta energia consuma la friggitrice ad aria?

Se ti stai chiedendo quanto consuma la friggitrice ad aria, sappi che dipende dai watt del modello che hai scelto!

Il consumo di una friggitrice ad aria calda, come avviene per qualsiasi altro elettrodomestico alimentato a cavo, dipende sostanzialmente dal wattaggio del motore, dalla capienza del cestello e dalle temperature impostate. Volendo fare un confronto con altri apparecchi, è possibile azzardare quanto segue: i consumi delle friggitrici ad aria sono quasi equiparabili a quelli di un comunissimo phon, perché in sostanza si basano sullo stesso principio, ovvero sulla produzione di aria calda.

Se desideri approfondire questo argomento, ti consiglio di proseguire con la lettura. Nello specifico, ti spiegherò come calcolare i consumi orari (kWh) di una friggitrice, e ti elencherò alcuni esempi pratici basandomi sui wattaggi più comuni di questi elettrodomestici!

Quanta energia consuma la friggitrice ad aria in euro?

In base al prezzo medio attuale dell’energia in Italia (0,256 euro per kWh), una friggitrice da 1.500 Watt consuma esattamente 0,384 euro all’ora. Come sono arrivato a questo valore? Continua a leggere per scoprirlo!

La quantità di energia consumata da una friggitrice ad aria dipende dalle sue dimensioni (capienza del cestello), dal wattaggio del motore e dalle impostazioni utilizzate, ovvero dalla temperatura prodotta dalla serpentina riscaldante.

Una friggitrice ad aria di 2 litri consumerà dunque meno energia rispetto ad una friggitrice ad aria da 10 litri, giusto per fare un esempio pratico. Poi, se si imposta una temperatura più bassa (come nel caso della disidratazione), l’apparecchio consumerà meno energia rispetto ad un settaggio che prevede di spingere la temperatura a 200 gradi. Modificando la temperatura, dunque, viene modificato anche il wattaggio, ovvero la potenza assorbita dall’elettrodomestico.

In generale, una friggitrice ad aria con un motore da 1.500 watt di potenza consuma circa 1,5 kWh (kilowatt orari o kilowattora) se usata a temperatura massima, cioè 200 gradi. Questo valore si ricava prendendo come riferimento due valori (i watt, nel nostro caso 1.500, e l’ora), e applicando la seguente formula:

Watt x 1 / 1.000 (Watt x 1 diviso 1.000) = kWh

Se invece desideri sapere quanti kilowattora consuma la tua friggitrice in 30 minuti, ti basta dividere a metà il valore ottenuto. Se prendiamo ancora una volta come esempio un modello da 1.500 watt, il risultato per mezzora di utilizzo sarà 0,75 kWh, ovvero 1,5 kWh diviso 2.

Quindi, nella pratica, quanti soldi ti costa l’utilizzo di una friggitrice ad aria per ogni ora di attivazione? Qua si entra in un campo piuttosto complesso, perché in questo caso farà la differenza il piano tariffario del fornitore di energia che hai scelto, oltre alle condizioni del mercato dell’energia. Ad ogni modo, ti basterà conoscere un valore noto come prezzo medio dell’energia elettrica (che, come ti ho spiegato, è legato al mercato energetico e dunque cambia di continuo).

Nel momento in cui sto scrivendo questa guida su quanta energia consuma la friggitrice ad aria, il prezzo medio dell’energia in Italia (mercato tutelato) corrisponde esattamente a 0,256 euro per kWh. Ritornando alla formula vista poco sopra, e prendendo come buono un consumo di 1,5 kWh della friggitrice, il totale del costo orario verrebbe intorno agli 0,384 euro all’ora, cioè il risultato che ti ho specificato ad inizio capitolo!

0,256 euro x 1,5 kWh = 0,384 euro (consumo orario)

Alziamo la posta: se la usi per 60 minuti al giorno, basta moltiplicare 0,384 euro orari per 365 (ovvero i giorni dell’anno). In questo caso, otteniamo come risultato un consumo annuo di una friggitrice da 1.500 watt pari a 140 euro quasi tondi. In sintesi, guardando concretamente al portafoglio, i consumi di una friggitrice ad aria sono più che sostenibili economicamente e tutt’altro che eccessivi.

Come puoi sapere il prezzo medio dell’energia elettrica in tempo reale? Ti basta cercare su Google cliccando su questo link, e verificare il primo risultato che ti spunta sulla pagina!

Quanto consuma un forno ad aria calda?

Se ti interessa sapere quanto consuma un forno ad aria calda, non devi fare altro che seguire la stessa formula che ti ho illustrato poco sopra. Significa che devi prendere i watt del motore, ricavare i kWh, e moltiplicare questi ultimi per il prezzo medio dell’energia elettrica in Italia.

Anche qui voglio farti un esempio pratico, per chiarirti meglio le idee, prendendo come esempio un forno friggitrice da 1.800 watt.

1.800 watt x 1 / 1.000 = 1,8 kWh

1,8 kWh x 0,256 euro (prezzo medio energia elettrica) = 0,46 euro orari

0,46 euro x 365 = 168 euro (consumo annuo)

168 euro, dunque, è quanto pagherai di energia elettrica ogni anno, usando ogni giorno per 60 minuti il tuo fornetto. Semplice, no?

Nota: sappi comunque che una friggitrice ad aria consuma più di un microonde, ma si tratta comunque di due elettrodomestici completamente diversi!

Quanti Watt ha la friggitrice ad aria?

Dopo aver visto quanto consuma una friggitrice ad aria, avrai capito che uno dei valori più importanti per il calcolo sono proprio i watt del motore. Sappi che sul mercato si trovano modelli con wattaggi molto diversi fra loro, più o meno alti, e che dipendono anche dalle dimensioni del cestello.

Una friggitrice ad aria grande avrà un wattaggio superiore, in quanto sarà necessario riscaldare una maggiore quantità di aria. Se invece vuoi acquistare una piccola friggitrice per un uso domestico, è probabile che troverai modelli con wattaggi più bassi (1.000-1.200 watt).

In media una friggitrice ha 1.500 watt, ma ovviamente ci sono apparecchi da 1.600 watt, 1.800 watt, 2.000 watt e oltre, in genere fino ad un massimo di 2.200 watt circa. La risposta alla domanda, in sintesi estrema, è che dipende dal modello e dalla marca dell’elettrodomestico che si sceglie.

Tieni sempre presente che più alto è il wattaggio, più potente sarà la friggitrice. Di conseguenza, sarà in grado di cuocere gli alimenti in modo più rapido e uniforme, il che ovviamente si traduce anche in un risparmio economico (se si fa un confronto con i normali fornetti elettrici).

Se vuoi approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere la mia guida dove ti spiego quanta potenza dovrebbe avere una buona friggitrice ad aria!

Conclusioni

La friggitrice ad aria è un elettrodomestico eccellente, un vero must da avere in cucina, perché ti consente di preparare un fritto leggero e con pochi grassi. Inoltre, ha dei consumi abbastanza ridotti (circa 0,384 euro all’ora), quindi puoi usarla senza preoccuparti di caricare oltremodo la bolletta energetica. Inoltre, le friggitrici ad aria sono disponibili in diversi wattaggi, quindi puoi scegliere quello più adatto alle tue esigenze!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento