Quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria?

Quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria? Dipende dai risultati che vuoi ottenere!

Tagliamo subito la testa al toro: la potenza di una friggitrice ad aria è un valore molto, molto importante.

Questo per via del fatto che da essa dipendono due fattori: la velocità di riscaldamento dell’apparecchio, e la capacità di mantenere costante la temperatura di cottura. In sintesi, il tutto si traduce in una regola: più potente è la tua friggitrice, più otterrai un fritto ad aria croccante fuori e morbido dentro oltre che omogeneo, e più tempo risparmierai.

Una regola che, comunque, non è sempre valida e che può avere più di un’eccezione. Se ti va di approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere la guida di oggi, dove cercherò di spiegarti perché conviene scegliere una friggitrice ad aria potente, e quando conviene invece optare per un wattaggio più limitato!

Come si misura la potenza di una friggitrice ad aria?

Come si calcola la potenza di una friggitrice ad aria? Basta guardare il wattaggio dell’elettrodomestico. Più alto è il wattaggio, più potente è la friggitrice ad aria: un concetto tanto semplice quanto immediato.

La maggior parte delle friggitrici domestiche ha un wattaggio compreso tra 1.500 e 2.000 watt, ma i modelli di fascia alta possono arrivare anche sopra i 2.500 watt, come ad esempio avviene con i forni ad aria calda o con le friggitrici ad aria grandi.

Occhio, perché non è tutto oro quel che luccica: un modello con una potenza elevata, infatti, non è detto che possa offrire prestazioni superiori ad una friggitrice con un wattaggio più basso. Questo perché incidono anche altri fattori, come la presenza di una o due resistenze, la presenza di una o due ventole e la possibilità di ottimizzare i consumi riducendo i tempi di attesa. Andiamo con ordine!

1. Numero di resistenze

Se la friggitrice che stai usando o che desideri comprare ha due resistenze, allora la potenza non solo sarà superiore, ma saliranno anche le prestazioni, il che ti consentirà di ottenere un risultato finale migliore. Le due resistenze, infatti, riscalderanno il cibo più velocemente e faranno in modo che la temperatura si mantenga sempre costante, anche quando il cestello è pieno.

Nota: una friggitrice con una sola resistenza, di solito montata in alto, può abbassare le proprie performance se il cestello è pieno. Questo avviene perché l’aria ha difficoltà a circolare per via del poco spazio libero, e la temperatura dunque tende a scendere o a non essere costante.

Inoltre, due resistenze (collocate una sopra e l’altra sotto) ti permetteranno di ottenere un fritto più omogeneo e uniforme, dato che appunto produrranno calore partendo da due zone diverse, proprio come avviene con un comune fornetto elettrico.

Per quel che riguarda le tempistiche, ancora una volta troviamo degli evidenti vantaggi. La presenza di una seconda resistenza, infatti, ti dà la possibilità di ridurre del 30% i tempi d’attesa (riscaldamento) e il tempo necessario per friggere l’alimento che stai cucinando.

In conclusione, una friggitrice con 2 resistenze è più efficace di un modello con una sola resistenza, anche se quest’ultimo ha un wattaggio superiore!

Nota: potrebbe interessarti anche la mia guida sulla temperatura massima e minima di una friggitrice ad aria!

2. Numero di ventole

Non conta solo il numero di resistenze, ma anche il numero delle ventole installate all’interno dell’apparecchio. Se ti stai chiedendo quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria, devi mettere in conto anche questo valore.

Una friggitrice ad aria con due ventole darà risultati migliori rispetto ad un modello con una sola ventola. Questo perché la doppia ventola garantisce una maggiore circolazione dell’aria calda, assicurando che il cibo venga cotto in modo uniforme su tutti i lati, dato che il flusso d’aria si muoverà a 360 gradi.

Il risultato sarà una cottura più croccante e più uniforme, quindi migliore rispetto a quella che otterresti con le friggitrici dotate di una singola ventola!

Inoltre, due ventole permetteranno di ridurre ancora una volta il tempo di cottura, dandoti così la possibilità di ottimizzare anche i consumi della tua friggitrice ad aria, risparmiando qualche minuto prezioso.

Di contro, una maggiore rapidità legata alla doppia ventola e alla doppia resistenza generalmente aumenta il wattaggio richiesto dal motore. Se temi di spendere troppi soldi in bolletta, ti consiglio di leggere la mia guida dove ti spiego quanta energia consuma la friggitrice ad aria.

Quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria?

Quanti watt vanno bene per una friggitrice ad aria?

Premesso che, come ti ho spiegato, la potenza non è un indicatore definitivo della qualità delle prestazioni, in media una buona friggitrice ad aria ha un motore da 1.500 watt circa. Ricordati sempre che il wattaggio sale anche in relazione alla capacità in litri del cestello.

Diciamo che per una friggitrice ad aria da 5 litri, giusto per fare un esempio concreto, si dovrebbe partire da un minimo intorno ai 1.700 watt, fino ad arrivare anche oltre i 2.000 watt. Se invece prendiamo come spunto i modelli più piccoli, come le friggitrici ad aria da 2 litri, allora 1.000 watt o 1.200 watt possono andare decisamente più che bene.

Nota: una friggitrice ad aria professionale potrebbe arrivare oltre i 2.000 watt, mentre una friggitrice economica di base parte da 1.000 watt.

Essendo il cestello più piccolo, il motore non avrà bisogno di un wattaggio esagerato per poter riscaldare la camera di cottura. Ecco spiegato perché la potenza delle friggitrici ad aria è legata a doppio filo ad un altro valore importante come la capacità in litri. Viceversa, gli apparecchi più grandi richiederanno un wattaggio superiore, per via della necessità di riscaldare una quantità superiore di aria!

La scelta di una friggitrice ad aria con il wattaggio più adatto alle tue esigenze, dunque, ti permetterà di ottimizzare sia le prestazioni che i consumi.

Nota: se sceglierai un modello con una potenza troppo bassa, potrebbe verificarsi il problema della friggitrice ad aria che non scalda!

Conclusioni

Ora che abbiamo chiarito insieme un po’ di cose, dovresti esserti fatto un’idea piuttosto precisa su quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria. Ti ricordo ancora una volta che i watt non sono l’unico elemento che devi tenere in considerazione: anche il numero di resistenze e di ventole pesa ai fini della scelta, perché migliora di parecchio le prestazioni finali.

In conclusione, a mio modo di vedere non esiste un valore in watt “perfetto”, perché molto dipenderà anche dalla capacità in litri del cestello o della camera di cottura!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

2 commenti su “Quanta potenza deve avere una buona friggitrice ad aria?”

  1. Buongiorno. Mi sto informando sull’argomento prima di acquistare una friggitrice ad aria. I tuoi articoli risultano molto utili ed interessanti. Ho una domanda. Come faccio a sapere quali sono le friggitrici con doppia resistenza e doppia ventola?

    Grazie mille

    Rispondi
    • Ciao Denise, innanzitutto grazie, sono molto contento che i miei articoli ti siano piaciuti!

      Cominciamo dalle friggitrici ad aria a doppia resistenza: trovi le mie recensioni in questo articolo! Se vuoi controllare direttamente i modelli che ho recensito su Amazon, ti scrivo una piccola lista:

      1. Cosori Dual Blaze da 6,4 litri (qui la scheda)
      2. Russell Hobbs due resistenze 5,5 litri (qui la scheda)
      3. G3 Ferrari Friggisano fornetto ad aria da 22 litri (qui la scheda)
      4. Imetec Friggileggero fornetto 18 litri (qui la scheda)
      5. Klarstein Vigor Air fornetto 30 litri (qui la scheda)

      Capitolo secondo: in realtà le uniche friggitrici a doppia ventola sono i forni con funzione air fryer (per chiarirti meglio le idee su questi modelli, c’è il mio articolo sulle friggitrici ad aria da incasso)

      Spero di esserti stato utile, se hai altri dubbi chiedimi pure!

      Rispondi

Lascia un commento