Quanto costa la friggitrice ad aria? I fattori che incidono sul prezzo

Se ti stai chiedendo quanto costa la friggitrice ad aria, sappi che il prezzo dipende da diversi fattori!

Oggi come oggi una cucina non può dirsi completa, se all’appello manca una friggitrice ad aria. Si tratta infatti di un elettrodomestico molto utile, soprattutto per chi non vuole rinunciare ad una frittura croccante e gustosa, ma senza per questo dover fare il pieno di olio. Siccome la salute non ha prezzo, secondo me concentrarsi sul costo non risolve nessun problema.

Certo è che potresti avere delle determinate esigenze di budget, e a quel punto il costo di una friggitrice diventa un elemento molto importante da considerare. Per questo motivo, oggi ti farò un veloce riassunto dei vari modelli in circolazione e del loro range di costo.

Prima di tutto, però, devi sapere che il prezzo di una friggitrice ad aria va da un minimo di 50 euro circa fino ad un massimo superiore ai 250 euro!

Quanto costa la friggitrice ad aria?

Come ti ho anticipato, tutto dipende dalla fascia e dunque dalle caratteristiche della friggitrice che desideri portarti a casa. Ti parlo ad esempio della capacità in litri del cestello, della presenza di un display digitale, del numero di programmi automatici, delle funzioni extra e hi-tech, e della qualità dei materiali.

1. Capacità in litri

Il primo fattore che determina quanto costa la friggitrice ad aria che ti interessa è la capacità in litri. Nel mio blog ho recensito le migliori di ogni categoria, quindi se ti interessa approfondire il discorso qui di seguito trovi i link alle mie recensioni:

In base alla grandezza del cestello, il costo di una friggitrice può salire e non di poco. Le più basiche hanno un prezzo che va dai 40 ai 50 euro, e spesso si tratta anche delle più piccole (come nel caso dei modelli da 2, 3.5 o 4 litri). Man mano che si sale, ecco che aumenta anche il costo, con una media che comunque oscilla intorno ai 100 euro circa!

2. Display e programmi

Una friggitrice dotata di display LED e di programmi preimpostati ovviamente costerà di più, se messa a confronto con un modello di vecchia generazione. Le differenze pratiche?

Questi ultimi ti consentono soltanto di modificare il timer e le temperature manualmente, usando due apposite rotelle. I prodotti più recenti, invece, hanno una memoria di bordo con una serie di programmi, ognuno dei quali avvierà in automatico la cottura di una determinata ricetta.

Alcuni esempi sono i programmi per le patatine, per i nuggets e le alette di pollo, per i dolci, per la carne, il pesce, le bistecche, le verdure e così via.

Considera che una friggitrice dotata di programmi automatici raramente scende sotto gli 80 euro, e il prezzo sale quando sale il numero di programmi a tua disposizione (si parte da un minimo di 4 o 5 fino ad arrivare a 12 circa)!

3. Funzionalità extra

Oltre ai programmi, il costo di una friggitrice ad aria dipende anche dalla presenza o meno di altre funzionalità tecnologiche. Faccio riferimento ad alcune modalità speciali come il preriscaldamento, il mantenimento in caldo e addirittura l’opzione per essiccare gli alimenti, che generalmente troviamo soltanto nei forni ad aria calda.

4. Qualità dei materiali

C’è un motivo per cui le friggitrici dei marchi più noti costano di più, e si tratta appunto della qualità dei materiali. Un elettrodomestico più costoso nella maggior parte dei casi rappresenta una garanzia per una lunga durata nel tempo, dato che è realizzata con materiali più resistenti e robusti.

Questo vale ad esempio per la scocca esterna, che potrebbe presentare alcune sezioni in acciaio inox, molto più durevoli rispetto alla classica scocca in sola plastica. Vale anche per la qualità del cestello, e nello specifico per la tenuta del suo rivestimento antiaderente.

Nei modelli economici e poco affidabili, la vernice in questione potrebbe scollarsi e causare il problema dei cibi che si attaccano nella friggitrice ad aria!

5. Accessori in dotazione

Anche il set di accessori contenuto nel pacco può fare la differenza, considerando che un numero superiore di “ninnoli” aumenta ovviamente la versatilità della tua friggitrice.

Per farti un esempio concreto, solo i modelli di fascia media o alta includono una griglia per friggitrice ad aria, insieme ad altri accessori come i pannelli divisori, i pirottini in silicone, i tappetini in silicone, le pinze e molto altro ancora!

Nella maggior parte dei casi nella confezione troverai anche un ricettario cartaceo, oppure ti verrà data la possibilità di scaricarlo da Internet in formato PDF, o sullo smartphone sotto forma di app. Questo fattore, comunque, non incide quasi per nulla sul prezzo di una friggitrice ad aria.

Infine, nei fornetti vengono spesso inclusi altri accessori come il girarrosto e gli spiedi: questo fattore, invece, incide sul costo.

Prezzo della friggitrice ad aria in base alla tipologia

Oggi sul mercato possiamo essenzialmente trovare tre tipologie di friggitrici ad aria calda. Si tratta dei modelli classici senza display, degli apparecchi di ultima generazione con display e programmi automatici, e dei fornetti ad aria calda.

1. Friggitrici classiche (fascia bassa)

Si tratta della fascia più economica in assoluto, e include al suo interno tutte le friggitrici prive di display e di programmi automatici, o di qualsiasi altra chicca tecnologica. Non essendo presente un computer di bordo, il costo di fabbricazione per il produttore si riduce, e il prezzo raramente supera gli 80 euro.

Altre caratteristiche di una friggitrice ad aria economica? La scocca esterna è sempre realizzata in plastica ABS, senza componenti metalliche, quindi è meno robusta.

Inoltre, bisogna fare attenzione alla qualità del cestello: se la friggitrice costa poco, è importante capire come pulirlo nella maniera corretta, evitando ad esempio la lavastoviglie e le spugne troppo abrasive!

2. Friggitrici con programmi (fascia media o alta)

Vengono considerati come modelli di fascia media o alta, per via del fatto che hanno un computer di bordo con un numero variabile di programmi automatici e di altre funzioni (come il preriscaldamento). In tal caso la fascia di prezzo va dai 100 euro ai 200 euro circa, a seconda del numero di programmi e funzioni.

La qualità dei materiali spesso è superiore, con una scocca realizzata in plastica ma con alcuni elementi in acciaio. Naturalmente è sempre presente il display digitale, che consente di gestire in tutta comodità i vari programmi presenti nella memoria della friggitrice.

Potrebbero essere presenti anche altre chicche, come il doppio cestello, la funzione di cottura al vapore, e altre modalità come la cottura grill!

3. Friggitrici a forma di fornetto (fascia alta)

Rispetto alle classiche friggitrici, i fornetti ad aria hanno uno sportello in vetro, proprio come accade con i tradizionali forni. La cottura è molto più rapida però, per merito della circolazione del flusso d’aria a 360 gradi, e per la presenza (alle volte) di una doppia resistenza.

Mantengono tutti i vantaggi delle friggitrici di fascia media o alta, dunque hanno sempre un display digitale, una serie di programmi automatici e altre funzioni extra come la disidratazione o essiccazione.

Naturalmente hanno anche una capacità in litri superiore ai modelli tradizionali, che parte da un minimo di 10 litri fino ad arrivare addirittura a 30 litri!

Conclusioni

Quando si programma di acquistare una friggitrice ad aria, ci si trova inevitabilmente di fronte a un’ampia scelta di modelli, con prezzi che vanno da 50 euro a oltre 250 euro. Il fattore più importante che incide sul prezzo è sicuramente il tipo di apparecchio, con le sue funzionalità e gli eventuali programmi automatici. Incidono anche la qualità dei materiali e la capacità del cestello.

Se ti sei scoraggiato perché il modello che desideravi costa troppo, non temere, perché il mercato è così ampio che di sicuro troverai un apparecchio che fa per te. Il mio blog è qui per questo: fatti un giretto su LaFriggitrice.it, naviga le varie categorie e fai la conta delle opzioni a tua disposizione!

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento