Seadas in friggitrice ad aria: come si fanno?

Le seadas in friggitrice ad aria sono un dolce tipico della Sardegna davvero sfizioso, e il risultato è ottimo!

Quando ci troviamo di fronte la nostra friggitrice ad aria calda, ci viene voglia di provare le ricette che più ci soddisfano, e che fanno parte della nostra tradizione. Per chi è siciliano come me, questa regola vale ad esempio per le panelle in air fryer ma, si sa, la cucina italiana non conosce confini territoriali. Ecco perché nel corso di questi mesi ho deciso di provare anche le seadas, sebbene non facciano parte della mia regione.

Se ti interessa scoprire come cucinare questi dolci nella friggitrice ad aria, ti consiglio di continuare con la lettura della mia guida!

Seadas in friggitrice ad aria: la ricetta

Le seadas sono dolci tradizionali della Sardegna, tutto sommato semplici da preparare, e a base di ingredienti sfiziosi come lo strutto, gli agrumi, il miele, la semola e il pecorino, perfetto per dare una marcia in più ad una ricetta unica nel suo genere, soprattutto se si parla del suo effetto al palato!

Ma veniamo al sodo, e scopriamo insieme sia la lista degli ingredienti per fare le seadas con le friggitrici ad aria, sia il procedimento completo.

Ingredienti

Gli ingredienti te li ho elencati poco sopra, ma conviene metterli in ordine, per fare maggiore chiarezza. Eccoli:

  • Pecorino fresco (300 grammi)
  • Semola di grano duro (250 grammi)
  • Strutto (30 grammi)
  • Miele di corbezzolo
  • Sale
  • Acqua (120 grammi)
  • Arancia (1)
  • Limone (1)

Ora che hai pronta la lista degli ingredienti, vediamo insieme il procedimento per la ricetta delle seadas in friggitrice ad aria!

Preparazione

Per prima cosa, devi prendere un contenitore abbastanza grande da contenere l’impasto. A quel punto potrai mettere al suo interno lo strutto e la semola, e mescolare il composto, aggiungendo nel mentre l’acqua (mi raccomando, dev’essere tiepida) e il sale.

L’acqua dovrebbe essere versata a filo, dunque molto lentamente, incorporandola nel composto con una frusta o un classico cucchiaio. In questo modo otterrai una pasta uniforme ed eviterai il problema dei grumi. In alternativa, per velocizzare e per semplificare le operazioni di impastamento, puoi utilizzare una planetaria per dolci.

Ora arriva il momento di coprire la ciotola con la pellicola trasparente da cucina, e conservarla in frigo per 120 minuti circa (2 ore). Durante l’attesa, non dovrai comunque restare con le mani in mano. Potrai infatti approfittarne per grattugiare il pecorino e per preparare la scorzetta d’arancia e di limone.

Il pecorino dovrà essere mescolato insieme alle scorzette, e in seguito dovrai lavorarli così da realizzare delle palline. Queste ultime dovranno essere schiacciate un po’ in seguito. Ci tengo a sottolineare che, quando scegli l’arancia e il limone, per una questione di rispetto delle tradizioni ti conviene sempre selezionare agrumi non trattati e biologici!

Adesso arriva il momento di dare alle seadas la loro forma tradizionale. Per farlo, devi per prima cosa tirare fuori dal frigo l’impasto, e stenderlo usando una macchina per la pasta (elettrica o manuale è la stessa cosa) o in alternativa il classico mattarello. La sfoglia dovrebbe essere piuttosto sottile, e le strisce non dovrebbero superare una larghezza di 9 centimetri o di 10 centimetri.

La metà delle strisce dovrà essere guarnita con le palline realizzate mescolando le scorzette e il pecorino, disponendole ad una distanza regolare. Poi dovrai coprirle con le altre strisce di impasto, premendole le une sopra le altre, per realizzare il ripieno delle seadas e per evitare che il dolce possa aprirsi. A questo punto potrai procedere al taglio con un coppapasta rotondo, e con un diametro di 9 centimetri.

Nota: lo sapevi che è possibile fare anche le sfogliatelle surgelate in friggitrice ad aria?

Timer e temperature

Ora che le tue seadas sono pronte per essere cotte in friggitrice ad aria, dovrai ovviamente impostare il timer e le temperature.

  • Temperature: il mio consiglio è di fare dei test, partendo da un valore medio pari a 180 gradi. Le temperature dipendono sempre dalla potenza della friggitrice ad aria e dalla grandezza del suo cestello.
  • Timer: per il timer vale bene o male lo stesso discorso fatto per le temperature. Di solito, per cuocere le seadas con la friggitrice ad aria, bastano 14 minuti circa. Ricordati sempre di girarle a metà cottura, per ottenere un risultato più omogeneo.

Scaduti i 14 minuti, non dovrai fare altro che “sfornarle”, aggiungere il miele di corbezzolo e darci dentro con questi favolosi dolci della tradizione sarda. Ti assicuro che il risultato sarà molto croccante, filante e saporito, anche per merito dell’ingrediente segreto: quel pecorino che fa tutta la differenza del mondo!

Altri consigli utili

Se desideri preparare delle seadas tradizionali usando la friggitrice ad aria, dovresti mantenere gli ingredienti originali della ricetta, soprattutto se parliamo del miele di corbezzolo. Il suo sapore amaro, infatti, è un componente essenziale per la corretta riuscita di questi dolci. Anche il pecorino sardo è un must al quale non puoi rinunciare.

Nota: se vuoi provare qualcosa di nuovo, ti consiglio di sostituire il miele di corbezzolo con lo sciroppo di acero, come faresti con le classiche frittelle americane (cioè i pancake).

Alle volte può capitare che l’impasto realizzato col pecorino e le scorzette risulti un po’ troppo pastoso e solido. Lo vuoi conoscere un trucco? Puoi ammorbidirlo mettendolo sul fuoco e aggiungendo una componente liquida come il latte (bastano davvero poche gocce per idratare l’impasto). In questo modo, lavorarlo sarà decisamente più semplice!

Infine, ricordati sempre di acquistare degli agrumi con la buccia commestibile, come il Navel, il Tarocco, il Bergamotto, le arance Vaniglia e il Lanelate.

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Sono un web writer e nella vita mi occupo prevalentemente di scrittura. Da buon siciliano, sono un grande appassionato di cucina e di friggitrici ad aria. Quindi ho deciso di aprire questo blog per unire l’utile al dilettevole: scrivo, racconto e mostro le mie esperienze, sperando di aiutare le persone a caccia di informazioni sulle friggitrici e non solo!

Lascia un commento